Vai al contenuto

In giro per Greve bevendo Chianti Classico

febbraio 25, 2012

di Antonio Carullo
La zona del Chianti Classico ha un grandissimo fascino è emozionante ritrovarsi in macchina a percorrere la via Chiantigiana osservando panorami di rara bellezza ripromettendosi d’imprigionare nella mente le immagini del territorio. Cipressi disegnati a far contorno alle vigne spoglie, mi ritrovo a Greve in Chianti, tutto sta in silenzio, c’è un fascino palpabile. Con alcuni amici fotografi c’inoltriamo per far delle foto tra i vigneti e quasi abbiamo la sensazione di dover chiedere permesso alla natura per scattare i nostri ricordi.

Greve è situato in media e alta collina, tra i Monti del Chianti e i tratti iniziali delle valli della Greve e della Pesa. Cosa differenzia i vini di Greve da quelli di Panzano, o da quelli di Radda, Castellina o Gaiole? Questo comune è veramente rappresentativo della tipologia, nella zona di Greve ritroviamo terreni di diversa composizione e di diversa età. In questi ultimi anni il Chianti Classico si è prestato a numerose sperimentazioni, oggi la maggior parte dei vini è composta da un 20% di Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah e altri vitigni, ed è sottoposto ad invecchiamento in barriques nuove di rovere. Le aziende vitivinicole si sono adattate agli standard internazionali perché “hanno un po’ paura?”. Probabilmente si, hanno paura che le storiche peculiari caratteristiche possano non essere apprezzate dal mercato.

Nelle degustazioni effettuate abbiamo prediletto la linea guida di Greve in Chianti, ovvero il Sangiovese in connubio ad altri autoctoni come il Canaiolo o la Malvasia Nera o il Colorino.
Ecco alcuni tra i vini più interessanti.

Il Chianti Classico 2008 Tenuta di Nozzole (Greve in Chianti), è prodotto in località passo dei pecorai, a 280 s.l.m., qui vi sono terreni di argille scagliose e blocchi di calcareo marnose. Parlando con alcuni contadini raccontano che questi suoli sono ex fondali marini, terreni mio-pliocenici della cosiddetta “serie toscana”. Il vino è composto da 100% Sangiovese, è elevato tredici mesi in barrique di 2° e 3° passaggio.
Rubino, immediato nella matrice fruttata, appena animata da un floreale di viola, poi in successione cuoio e tabacco nel finale. Al gusto è molto succoso, fresco, fragrante e immediato. Viene animato da un tocco d’acidità abbastanza viva e un tannino che giocherella sulle pareti della bocca. Un Chianti Classico molto schietto e immediato di facile e buona beva.

Non distante da Nozzole mi reco al Castello di Querceto (Greve in Chianti), 470 s.l.m.con vigne strappate ai querceti e ai castagneti di quella zona. Il vino è annata 2008, composto da 92% Sangiovese 8% Canaiolo, è affinato dodici mesi in botte grande. Più cupo al naso  rispetto il vino di Nozzole, con note speziate più in evidenza, frutto più maturo, in bocca ha una carica tannica più accennata, più forte e decisa.

Percorrendo la via Chiantigiana, la successiva tappa è Castello di Verrazzano, siamo a Greti una frazione di Greve in Chianti. L’etichetta del Chianti Classico 2008 è molto bella, con uno stile un pò “retrò”  rievoca le gesta del Navigatore da Verrazzano. Colore rosso rubino profondo con riflessi violacei, dal profumo intenso, ricco d’aromi fruttati come la ciliegia e la mora che si amalgamano a note floreali di viola. In bocca il vino è equilibrato, di buona struttura, leggermente sapido, con striature di rovere e con una componente tannica fine e gradevole.

Il “terroir” del Chianti Classico si esprime al meglio nell’annata 2000 dell’Azienda Agricola Savignola Paolina, 85% Sangiovese 15% Colorino e Malvasia Nera. Colore granato, naso estremamente territoriale, confettura di lamponi, cuoio, tabacco biondo, e un finale di liquirizia. Bocca giocata sulla sapidità, con un tannino ben levigato e di lunghezza gratificante.

Altri vini degustati della zona di Greve in Chianti:

Antico Borgo di Sugame Chianti Classico 2008  (Greve in Chianti) 100% Sangiovese. Aromi di ciliegia, tabacco e scia floreale. Discreta morbidezza a sostegno.

Castello Vicchiomaggio Chianti Classico 2008 San Jacopo da Vicchiomaggio (Greve in Chianti) 90% Sangiovese,  5% Colorino,  5% Canaiolo. Rubino vivo nel colore, ciliegia, viola e  macchia mediterranea. Palato equilibrato, tannini presenti e un richiamo nel finale di rabarbaro.

FattoriaViticcio Chianti Classico 2008 (Greve in Chianti)  95% Sangiovese 5% Merlot. Spunti di violetta, ciliegia croccante e ginepro, bocca fruttata con una scia sapida nel finale.

Lamole  di Lamole Chianti Classico 2008 etichetta blu (Greve in Chianti) 80% Sangiovese, 10% Merlot, 10% Cabernet Sauvignon.  Rubino, lezioso e floreale, viola mammola, bocca affilata e bevibilissima.

Montecalvi Chianti Classico 2008  (Greve in Chianti) 100% Sangiovese. Arancio e liquirizia, bella combinazione, poi bocca più lieve del solito, semplice comunque.
 
Querciabella Chianti Classico 2008 (Greve in Chianti) 95% Sangiovese, 5% Cabernet Sauvignon. Intenso e profondo, soave e palpitante, grande frutto e speziatura fine, orientaleggiante, bocca stupenda, avvolgente e vitale, finale floreale.
 
Vignamaggio Chianti Classico 2008 (Greve in Chianti) 100% Sangiovese. Rubino luminoso, spezie dolci, ciliegia, fiori secchi. Caldo e fruttato alla beva, tannini presenti e ben amalgamati.

About these ads
Ancora nessun commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...