Skip to content

Sangiovese di Romagna: in un sorprendente tasting l’altra faccia del Sangiovese

maggio 30, 2012

di Antonio Carullo
Nell’immaginario collettivo la Romagna è sinonimo di spiagge piene d’ombrelloni, piadine, discoteche, vitelloni e sballo. Molti però ignorano che la parte più caratteristica, verace, meno appariscente è, invece, l’entroterra con i suoi bellissimi borghi collinari circondati da vigne e olivi. Interessantissima occasione è stata un tasting che ha riguardato i vini d’alcune aziende romagnole che si sono riunite per far conoscere i propri vini (l’unione fa la forza) e per promuovere il proprio territorio.Questi Produttori partono da una terra penalizzata dalla storia. La storia recente del Sangiovese di Romagna è fatta da molti vini comuni, semplici, vini di pianura che non hanno portato prestigio a questa terra..

L’assaggio dei vini ha mostrato un diverso  mondo del Sangiovese ed ha dato la possibilità di esprimere le caratteristiche di questo territorio certamente molto diverso da quello Toscano, nel quale il Sangiovese ha raggiunto la massima notorietà. Naturalmente nel bicchiere non bisogna pensare di poter trovare le medesime caratteristiche toscane, il Sangiovese di Romagna nasce su terre più giovani, terreni che emergono nel Pliocene, risultato dell’arretramento del mare che ha lasciato scoperti questi fondali variamente compattati nel corso di  3/5 milioni d’anni fa. La serie Toscana invece è molto più antica che ha origine più di 50 milioni d’anni fa, quindi suoli diversi e imparagonabili come lo saranno i vini.

Oggi molti ottimi produttori romagnoli cercano di raggiungere alti livelli qualitativi, alcuni ci riescono, ma non c’è ancora uno stile comune, un filo conduttore che faccia capire agli appassionati il territorio: servono vini veri a base di Sangiovese, possibilmente in purezza per evitare l’omologazione di cui soffrono molti vini.

Ecco la carrellata dei vini assaggiati.

Celli Sangiovese Di Romagna Superiore Bron & Ruséval 2008
Rubino cupo con riflessi violacei. Naso scuro, matrice fruttata intensa e profonda, mora e ciliegia scura, poi cioccolato. Bocca tenace e ricca di materia, tannini scalpitanti, freschezza e mineralità decisa. 

Fattoria Paradiso Vigna Delle Lepri Sangiovese Riserva 2008
Rubino luminoso. Intenso e gradevole nei sentori di frutti di bosco e susine nere ben fusi a toni di cacao e cannella, noce moscata e lieve vaniglia. Dinamica la bocca, dai coerenti ritorni aromatici e dal finale minerale il retro olfatto. 

Tenuta La Viola Sangiovese Di Romagna Superiore Riserva P.Honorii 2008
Compatto nella trama cromatica rubino. subito ciliegie mature, viole, note agrumate e vegetali. La freschezza conduce un assaggio elegante, tannino in bella mostra. Finale dai ritorni fruttati e minerali

Uve della Mura Sangiovese Di Romagna Superiore Tre Pastori 2007
Rubino, Naso intenso e giocato su sentori  animali e terrosi, raffinate note  di sottobosco, lavanda e di chiodi di garofano.  All’ingresso gustativo e immediatamente avvertibile un effetto fresco/sapido. Il gusto si allunga in una scia di spezie. 

Giovanna Madonia Cantina di Bertinoro Sangiovese di Romagna Superiore Riserva Ombroso 2008 Impianti a partire dal ‘93/’94. Superficie 6 ettari. Rubino intenso e cupo, unghia violacea che denota freschezza e gioventù. Al naso spicca fuori un fruttato fragrante e un vegetale di radice di liquirizia. Bocca ricca di freschezza e mineralità. Il finale resiste in una sensazione pseudo calorica che addolcisce il frutto.

Villa Trentola Sangiovese Di Romagna Superiore Riserva Il Moro 2008
Rubino, naso intenso, sbuffi di caffè tostato, prugne, e tabacco biondo. Bocca con ritorni legnosi che non marcano il gusto. Acidità e mineralità vibrante che fa presagire una lunga tenuta nel tempo. Accompagna  l’assaggio un tannino presente e una discreta persistenza.

Campo Del Sole Sangiovese Di Romagna Superiore Riserva Vertice 2008.
Concentrato come se fosse un’estrazione da Cabernet Sauvignon. Al naso frutta scura ricca di buccia, Cioccolato, soffi minerali e mentolati nel fondo del bicchiere. Bocca avvolgente e strutturata, opulento e ricco di materia estrattiva. La freschezza mitiga un po’ tutto quest’eccesso. L’ottimo tannino caratterizza una piacevole distensione gustativa.

Bissoni Sangiovese Di Romagna Superiore Riserva 2007 
Rubino tendente al granato. Ai profumi una delicata traccia di terra bagnata si arricchisce di marasche e amarene, poi menta, viole e spezie. La bocca è distesa e lascia il pallino a mineralità e freschezza. Il tannino si fa spazio nel finale allungando la persistenza aromatica intensa.

About these ads
2 commenti leave one →
  1. giugno 4, 2012 4:35 am

    Gent.mo Signor Carullo,
    è stato un vero piacere averla alla nostra degustazione di sangiovese e spero non mancherà di “tenerci d’ occhio” per valutare i nostri progressi.
    Bertinoro è su terreni con “tufo” di origine marina e questo influisce sui nostri vini.
    Il mio sangiovese in degustazione era il 2008,(non il 2007) purtroppo appena imbottigliato, cosa non ottimale per le degustazioni, ma volevamo presentare una stessa annata e tranne Uve delle Mura, avevamo tutti già imbottigliato il vino.
    Io venderò questo vino l’anno prossimo (2013) e l’affinamento in bottiglia dura generalmente un anno.
    Nei prossimi anni uscirà la nuova menzione geografica “Bertinoro” (da vedere il nuovo disciplinare del sangiovese in Romagna) e spero che quella sia l’occasione vera per mettere in risalto la qualità dei nostri sangiovesi.
    Cantina Bissoni sta affinando il Sangiovese Bertinoro 2011 in barrique nuove e spero tanto che questo vino possa mostrare un bel lato della nostra produzione vitivinicola….
    La invito comunque ad una visita in cantina e alle vigne, se un giorno passa da queste parti…(possibilmente con preavviso telefonico , veda anche il sito http://www.vinibissoni.com )
    La invito anche a diventare “amico” di Cantina Bissoni su facebook, pagina dove Cantina Bissoni mette le foto delle vendemmie e degli appassimenti del suo noto passito di albana…
    Mi auguro di rivederla alle degustazioni dei vini di Bertinoro
    Raffaella Bissoni

  2. Antonio Carullo permalink
    giugno 4, 2012 1:19 pm

    E’ stato un vero piacere per me aver preso parte a questo focus sul Sangiovese di Romagna. I vini che ho degustato hanno lasciato in me un ricordo del tutto positivo. Qualità e potenziale evolutivo non indifferente.
    Terrò sott’occhio queste aziende, e perchè no, magari ci rivediamo alle degustazioni dei vini di Bertinoro

    Antonio Carullo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...