Skip to content

A Vinitaly 2015 i numeri del vino e dell’olio italiano

marzo 25, 2015

vinitaly 2015di Luigi Salvo                  speciale vinitaly
Vinitaly, non è solo ogni anno un luogo di incontri, degustazioni e scoperte, ma è anche il luogo ideale per un focus approfondito sul reale andamento produttivo e commerciale del vino italiano con i suoi più significativi numeri. Lo stesso vale per l’alro grande prodotto italiano, l’olio extra vergine di oliva, sempre più sotto i riflettori anche nell’edizione 2015

Il vino nel suo complesso è un settore che vale oltre 10 miliardi di euro dei quali più di 5,1 generati dall’export e che rappresenta per l’Italia, leader in valore sul mercato USA e seconda assoluta nel mondo, un moltiplicatore straordinario per la creazione di ricchezza e di immagine per i territori vocati.

Il 2014 è stato un anno molto particolare per il vino italiano, i fatturati registreranno nel 2014 un trend tendenziale in aumento del 5% sul 2013 e per una buona percentuale di esse anche la prima parte del 2015 ha un andamento col segno più. Vi sono segnali importanti di cambiamento di molti mercati, basti pensare alla Russia per la nota crisi internazionale, e occorre lavorare molto anche sugli accordi bilaterali nelle aree potenzialmente interessanti, ma bloccate da politiche di dazi protezionistici che non fanno decollare i mercati, è necessaria una strategia complessiva della percezione di qualità del prodotto Made in Italy in mercati nei quali l’Italia è leader come Usa, Germania, Regno Unito ed altri ancora.

I NUMERI DEL VINO ITALIANO:
Aziende vitivinicole italiane: circa 380.000, 23% sul totale imprese agricole
Produzione 2014 (stima Assoenologi): 40 milioni hl di vino (-17% rispetto al 2013)
Ettari vitati: 665.000 (5% della SAU, Superficie Agricola Utilizzata) – di cui 48% docg e doc e 27% igt
In Italia si contano: 73 docg e 332 doc e 118 igt • Fatturato del vino: 10-12 miliardi di euro, dei quali 5,1 derivanti dall’export.
Italia rispetto al mondo o 1° esportatore di vino (20,5 milioni hl; 21% del mercato mondiale) o 2° esportatore in valore (oltre 5,1 miliardi € nel 2014) o per volume e valore, 1° esportatore negli Usa – 1,1 miliardi di € e quota di mercato del 35% – e in Germania – poco meno di 1 miliardo di € e quota di mercato del 30% o per volume, 1° esportatore nel Regno Unito

I NUMERI DELL’OLIO ITALIANO
Aziende olivicole italiane: circa 900.000
Produzione 2014 (stima Ismea): 235.000 t (la riduzione rispetto al 2013 supera il 40%)
Ettari olivetati: circa 1.000.000
Superficie media aziendale: 1,2 ha che raggiunge 1,78 ha per le aziende olivicole specializzate
In Italia si contano: 42 dop e 1 igp
Volume d’affari fase industriale filiera olivicola: 3 miliardi di € pari al 3% del fatturato totale dell’industria agroalimentare Italia rispetto al mondo o 2° produttore olivicolo, dopo la Spagna o 1° importatore o 2° esportatore – con 377.000 t nel 2014, per un valore di quasi 1,3 miliardi di euro Il 76% vendite all’estero è rappresentato da oli di pregio (vergini, extravergini)

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...