Vai al contenuto

Heritage Francesco Intorcia VigneMie e Vigna di Maestranza 2019, due splendide visioni del Grillo

febbraio 9, 2021

di Luigi Salvo
L’azienda Intorcia si trova a Marsala, città del vino per eccellenza della Sicilia,  nel lontano 1930 la famiglia inizia il percorso impegnandosi nella produzione del famoso vino liquoroso, da piccolo baglio a conduzione familiare, oggi le Cantine Intorcia si estendono su di una superficie di oltre 25.000mq con una capacità ricettiva di oltre centomila ettolitri, con suggestivi magazzini di invecchiamento con oltre

20.000 hl di capacità in fusti di rovere.

In questi ultimi anni, Francesco Intorcia, proseguendo l’impegno familiare ha creato la linea Heritage che comprende, oltre la selezione dei migliori Marsala, anche vini secchi dai vitigni storici del comprensorio marsalese.
Il vitigno grillo dal lontano 1872, anno della sua nascita, è diventato il vitigno simbolo del vino marsala e da una ventina d’anni vitigno del riscatto di interessantissimi vini bianchi secchi.

Ho assaggiato i due vini di Francesco Intorcia da questo vitigno, uno prodotto solo in acciaio e l’altro in legno, due vini di grande personalità che esaltano il vitigno.   

Heritage Francesco Intorcia Grillo Vigne Mie 2019:  le uve grillo sono diraspate e sottoposte a pressatura soffice, il mosto viene fermentato a temperatura costante di 16°C. in vasca di acciaio per circa 30gg. Finita la fermentazione il vino rimane in affinamento per circa 6mesi sui lieviti prima di essere imbottigliato.
Belle le sue caratteristiche varietali, nitidi aromi floreali di ginestra, fruttati di melone bianco, mela golden, pesca, mandarino e note erbacee. Al sorso la bocca è piena, si dispiega coerente e fresca con scia sapida nel finale fruttato e speziato.

Heritage Francesco Intorcia Vigna di Maestranza 2019: le uve Grillo diraspate e raffreddate a 14°C vengono trasferite in tini in legno di rovere per la macerazione sulle bucce con follature giornaliere, per tutta la durata delle fermentazione per 12-15 gg alla temperatura controllata di 16°C. Dopo la pressatura soffice, il vino viene trasferito in piccoli barili di rovere di Slavonia dove sosta per circa 6 mesi.
Che fascino questo grillo. Nel bicchiere giallo dorato carico, naso intenso e poliedrico, gelsomino, tiglio, frutta bianca e gialla matura, poi macchia mediterranea, note di spezie dolci e mandorle tostate. Bocca tesa e complessa, nella quale freschezza e calore si rincorrono in un lungo finale sapido con precisi richiami olfattivi.

 

 

 

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...