Skip to content

I 50 anni del ristorante “La Botte 1962”

ottobre 17, 2012

di Luigi Salvo
In questi anni la famiglia Cascino ha scritto un’importantissima pagina della storia della cucina siciliana, Maurizio e suo papà Salvatore hanno voluto festeggiare il 4 Ottobre 2012 con la stampa i 50 anni del Ristorante “La Botte 1962” con una cena commemorativa che in un’elegante atmosfera ha ripercorso cinquan’anni di storia della ristorazione palermitana e più in generale delle nostre abitudini alimentari.
Savatore Cascino, il più anziano Maestro di cucina oggi in Sicilia,  nel lontano 1962 acquisì la gestione di una trattoria, era un rustico inizialmente utilizzato come rivendita di vini, situato sulla strada statale 186 tra Monreale e Pioppo a pochissimi chilometri da Palermo, il suo nome “La Botte” derivò proprio da uno dei più grandi contenitori di legno che fu esposto fuori nel giardino antistante.

Erano già conosciuti e lo divennero sempre di più i fratelli Francesco Paolo e Salvatore Cascino per la loro intraprendenza nel divulgare la cucina tipica siciliana, negli anni poi il successo de “La Botte”, luogo di eccellenza gastronomica” ha visto passare mode e decine di locali restando testimone fedele della più vera tradizione culinaria siciliana.

Nel corso della cena Maurizio Cascino, facendo la spola tra la cucina e la sala del caminetto, ha raccontato tra una pietanza e l’altra cinquant’anni anni di vita italiana a partire dagli anni 60 fino ad oggi, ogni momento è stato caraterizzato da ricordi sottolineati da un delizioso sottofondo musicale diverso per ogni periodo in questione.
Questo ristorante fuori città fu subito un successo, i giornali ne parlavano a profusione, tante le novità che “La Botte” introdusse nella pratica della ristorazione, la nascita della formula del buffet degli antipasti con allora circa 70 varietà disponibili, i primi piatti di specialità regionali e tante ricette innovative che utilizzavano ingredienti all’epoca poco diffusi.

Maurizio Cascino ci dice: “In tutti questi ultimi anni non abbiamo ascoltato chi ci consigliava un ammodernamento a tutti i costi del locale e così “La Botte 1962” è stato inserito tra i locali storici d’Italia con le sue antiche botti e le travi di legno al soffitto, siamo orgogliosi che la nostra cucina sia l’emblema del sapore della tradizione degli ultimi cinquant’anni di cucina siciliana.”
Centinai i personaggi che in questi anni hanno gustato la loro cucina, tra i quali spiccano: Burt Lancaster, Gino Bramieri, Domenico Modugno, Luchino Visconti, Mario del Monaco, Totò, Walter Chiari, Franco Zeffirelli, Kofi Annan.  Nel 1982, inoltre, i “Maestri Cascino”  Francesco Paolo con Mimmo e Giuseppe, Salvatore con Maurizio e Franco lo Verso ebbero l’onore di servire Papa Giovanni Paolo II nei suoi tre giorni a Palermo.

La nostra cena inizia con l’invitante Crostino con mozzarella, acciuga e pomodoro, e la Sarda allingnuata, semplici ma efficaci, accompagnati dal Prosecco Montagner.

Interessantissimo l’antipasto Coppa Armoniosa, è un piatto che unisce vari sapori con un’armonia, appunto, invidiabile, è composto dal carateristico “musso” accompagnato da salsa olandese, insalata verde e limone.

Il Raguttino di carne in agrodolce, piccole polpettine di carne e salsiccia cotti in salsa di pomodoro, il Caciocavallo all’argentiera e la Caponata di melanzane, sono deliziose.preparazioni di tradizione, sapori definiti e calibrati con mirabile precisione.

I primi piatti sono dei classici della famiglia Cascino, gli Gnocchi alla bava e le Bavette al limone, un esempio di come si possa, con l’utilizzo di pochi ingredienti, rendere il meglio.

Proseguiamo con le Penne agli odori, un mix d’erbe aromatiche e pomodoro, e i Sedani alla pastorella con funghi e salsa di pomodoro. I secondi sono stati anch’essi pezzi di storia della tradizione gastronomica siciliana i personalizzati “nostri” involtini alla siciliana, ed Cosciotto di maiale alla glace di radicchio e cipollotti.

La cena non poteva che concludersi con l’Alì Pascià, il parfait alle mandorle con cioccolata calda, la preparazione creata dai Cascino è  tra i dolci più diffusi al mondo nella storia della cucina.
In abbinamento al ricco menù abbiamo bevuto i vini di Marabino, lo Chardonnay Eureka 2011 ed il Noto Doc Nero d’Avola 2010. Con il parfait, lo Zibibbo liquoroso di Nicosia.
Continua, dunque oggi,  l’avventura di questo storico ristorante palermitano, che è polifunzionale, accanto alla storica dimora, “La Botte” dispone anche di un elegante spazio per i ricevimenti la sala Dionisio e quello del  Dehors tra i giardini per le serate più calde nel fresco di Monreale.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Andea Siracusa permalink
    ottobre 17, 2012 12:07 pm

    Complimenti, bella storia!!

  2. Ernesto Cappone permalink
    gennaio 6, 2013 1:30 pm

    Complimenti alla fam. Cascino e auguri per il mezzo secolo.

  3. aprile 12, 2013 4:01 am

    Oh my goodness! Incredible article dude! Thanks, However I am having difficulties with your RSS.
    I don’t know why I cannot join it. Is there anyone else having identical RSS problems? Anyone that knows the answer will you kindly respond? Thanx!!

  4. Giuseppe schirru permalink
    febbraio 27, 2016 6:01 pm

    Complimenti alla famiglia Cascino e alla cucina siciliana,che risalta la loro professionalità!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...