Skip to content

Folgorato dal Trebbiano d’Abruzzo Castello di Semivicoli 2007

ottobre 17, 2012

di Roberto Gatti
Non sono mai stato un fan del Trebbiano in generale, probabilmente perché non avevo ancora degustato quelli giusti, tra i tanti nessuno che mi abbia fatto innamorare di questa tipologia. Poi d’improvviso sono rimasto folgorato da un Trebbiano d’Abruzzo, del quale già avevo letto qualcosa di positivo, ma dal momento che sono ” come San Tommaso, che non ci crede finche non ci mette il naso “, mi sono procurato una bottiglia di vino, fortemente voluto, pensato ed ideato dal quel gran viticoltore che è stato Gianni Masciarelli.
Nel luglio 2008, ci ha lasciato prematuramente alla giovane età di soli 53 anni, in una stanza d’albergo all’estero, dove si trovava per lavoro.
Ho incontrato una sola volta Gianni Masciarelli, nella sua terra in Abruzzo durante un educational riservato alla stampa, e non ha smentito nemmeno in quell’occasione la fama di “ personaggio schivo e forse un po’ spigoloso “. Ma così non è stato con me, ed ora vi racconto il perché
Avevo letto qualche tempo prima una bell’intervista in cui Gianni raccontava all’ interlocutore la sua storia, quando agli albori della sua carriera di vignaiolo, acquistava le uve dal nonno, anche lui da sempre viticoltore. Ho scritto “ acquistava “ le uve perché il nonno non le regalava al nipote, ma se le faceva pagare come fosse chiunque altro. Immaginiamo come il giovane nipote ci potesse rimanere male, pagare le uve al proprio nonno!
Solamente dopo i funerali del nonno, venne ritrovato in un angolo della casa un biglietto con un sacchetto di soldi, e nel biglietto vi era scritto: “ Questi sono i soldi di Gianni, quelli con cui ha sempre pagato le mie uve, ora che io non ci sono più,  ridateglieli, in questo modo avrà imparato che nella vita le cose bisogna conquistarsele, perché nessuno ti regala niente.

Dopo circa  un’oretta che eravamo ospiti da Gianni al Castello di Semivicoli, allora in fase di ristrutturazione, mi sono avvicinato e dopo le presentazioni di rito, gli ho chiesto se la storia che avevo letto sul nonno, fosse vera o invenzione del cronista.
Da quel momento gli occhi di Gianni si sono illuminati di una luce diversa, e non mi ha più lasciato, chiedendomi di accompagnarlo in giro per gli angoli più remoti del Castello, all’insaputa degli altri commensali e giornalisti. Questo è il bel ricordo che mi porto dentro di questo grande viticoltore abruzzese, schivo, forse un po’ “ riservato “ con gli estranei, ma bastavano due parole giuste ed un bel ricordo di vita per vedere un altro uomo, completamente trasformato.

Il vino strordinario è il Trebbiano d’Abruzzo Castello di Semivicoli 2007 prodotto a S. Martino s. Marrucina Ripa Teatina – Bucchianico. Siamo a 380 metri sul livello del mare, le viti hanno circa quarant’anni e sono allevate pergola abruzzese, è prodotto con criomacerazione di circa 14 ore, decantazione statica del mosto, fermentazione controllata a freddo ed affinamento in acciaio inox.
Aspettatevi qualcosa ” fuori dalla norma “, qualcosa d’unico ed inimitabile, dove eleganza, finezza e forza sono racchiuse tutte nella stessa bottiglia. Giallo paglierino chiaro, al naso profumi intensi, puliti e franchi di frutta a pasta bianca che ci ricordano la pera e la mela, unitamente a note floreali d’estrema eleganza e piacevolezza, molto originali, in bocca è ” suadente “, giustamente caldo nonostante i suoi 14 vol. dichiarati in etichetta, fresco in quanto sorretto da una buona acidità, si apre a meraviglia nel centro bocca e si dispiega ” a coda di pavone “. Lungo il finale che fa salivare a lungo.
Un Trebbiano unico, di grande spessore, fuori da ogni schema immaginato.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...