Vai al contenuto

La ruota di Dionisio: percorsi enogastronomici di territorio dalla Villa del Casale di Piazza Armerina

novembre 2, 2012

dalla redazione
Il vino e i prodotti del territorio si legano in maniera indissolubile al sito archeologico, tutelato dall’UNESCO. La Villa del Casale di Piazza Armerina promuove percorsi tematici enogastronomici che dal sito, di epoca tardo antica, conducono alle Aziende agricole del centro Sicilia, avviando un dialogo continuo tra cultura e realtà imprenditoriali. Un viaggio che faccia gustare il territorio, partendo dalla Villa. 

L’intero progetto della Ruota di Dioniso”, realizzato con il supporto del Comune di Piazza Armerina, prenderà il via l’8 novembre: si tratta di un incontro, riservato alle Aziende vitivinicole ed enogastronomiche, Tour Operators, Giornalisti ed Enti, promosso dal Parco Archeologico della Villa Romana del Casale; l’evento partirà proprio dal sito archeologico che ospiterà, al suo interno, “Kàntharos”, coreografia ispirata al tema dionisiaco, curata dalla compagnia di danza contemporanea Megakles Ballet di Salvatore Romania e Laura Odierna.

Ci si sposterà poi a Palazzo Trigona, sede settecentesca del Parco Archeologico, dove è in programma una tavola rotonda, dal tema: “Il Parco Archeologico: una nuova realtà per lo sviluppo sostenibile del Territorio” moderata da Luigi Salvo, giornalista e sommelier, in cui siederanno rappresentanti istituzionali, imprenditori della zona legati al settore vitivinicolo ed enogastronomico, opinion leader e tour operators. Partecipano: Dario Cartabellotta, Dirigente Generale Dipartimento Interventi infrastrutturali per l’agricoltura; Mario Bevacqua, Presidente dell’Uftaa Federazione internazionale agenti di viaggio; Santo Di Bella, Segretario Generale della Camera di Commercio – Enna; Gigi Mangia Presidente F.I.P.E. Federazione italiana pubblici esercizi – Palermo; Carmelo Nigrelli, Sindaco di Piazza Armerina; Marco Salerno,  Dirigente Generale Dipartimento Turismo; Angela Salvo, Direttore  La Strada del Vino e dei Sapori dei Castelli Nisseni; Marcello Troìa, Direttore GAL Rocca di Cerere – Enna

Lo scopo dell’incontro è quello di concordare lo sviluppo di precisi itinerari enogastronomici che, da una lettura tematica del sito Unesco – condotta da Guide accreditate che saranno specificamente formate dal Parco – possano allargarsi alle realtà agricole e agrituristiche, svelando ricchezze produttive, ospitalità e storia del territorio. Seguirà una degustazione mirata di eccellenze siciliane, sapori e vini delle aziende coinvolte.

E’ un percorso circolare che si verrà a creare nel cuore della Sicilia e che includerà aziende che diventano fulcro economico e culturale di un genius loci territoriale da diffondere in sinergia con gli operatori turistici. La conferenza, che precederà il momento dedicato alla presentazione e alla degustazione dei prodotti delle imprese aderenti all’iniziativa, sarà anche l’occasione per presentare il protocollo d’intesa, che va in questa direzione, tra il Parco archeologico e la “Strada del Vino e dei Sapori dei Castelli Nisseni”, come base per un ulteriore sviluppo sostenibile del territorio e futura collaborazione tra Enti. La Villa del Casale è un testimonial di grande attrazione che richiama turisti e visitatori: perché non renderla centro propulsore dell’economia del territorio, legandola a percorsi non soltanto artistici, ma culturali? Dove cultura è anche sapori, odori, paesaggi naturali, così come previsto in numerosi passaggi del Piano di Gestione del sito Unesco della Villa del Casale, presentato la scorsa primavera.

L’evento e curato e coordinato da Giada Cantamessa, nell’ambito delle attività di comunicazione  e divulgazione didattica e degli eventi culturali di accoglienza del Parco Archeologico della Villa Romana del Casale, secondo i progetti del MiBAC – Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, posti sotto la tutela dell’UNESCO.

I percorsi per le scuole e i turisti

Oltre 40 guide turistiche hanno partecipato nei mesi scorsi alla prima parte di un corso di aggiornamento mirato ad una spiegazione tematica della Villa Romana del Casale (primo in Sicilia, per specificità, organizzato d’intesa con il Dipartimento Turismo dell’Assessorato regionale) con un iniziale test di verifica. Il completamento della seconda fase del corso, incentrata sulla struttura e le funzioni degli ambienti della residenza tardo-antica, e il superamento dell’esame finale, previsto nel prossimo gennaio, consentirà l’ accreditamento alla Villa di soggetti specificatamente formati.

Le scuole che hanno deciso di aderire ai progetti didattici del sito UNESCO (inserendoli nei rispettivi programmi di formazione- POF) potranno far partecipare gli alunni a visite guidate precedute da laboratori e sessioni di studio: gli studenti saranno invogliati e incuriositi sulla storia della Villa raccontata tramite simil-protagonisti (il Dominus, la Domina, il guerriero, il servo) e giungeranno preparati alla visita. Il tutto si collega ai percorsi sul territorio: le guide, infatti, sono state preparate per accompagnare adulti e ragazzi alla scoperta della natura e dei miti rappresentati negli ornati musivi, degli usi e costumi antichi, delle abitudini dei romani a tavola, con l’ausilio di personaggi simil-reali, appositamente creati dalla sezione didattica, composta da giovani laureati. Previsti anche progetti per giovani ospitati nelle carceri e nelle case-famiglia del territorio

 Lo spettacolo

“KANTHAROS”, coreografia e regia di Salvatore Romania e Laura Odierna, musiche di Michele Conti.
Danzatori: Claudia Bertuccelli, Valeria Ferrante, Yuna Charbonneau, Bianca Dakli, Veronica Mondo, Paula Romero Raga, Salvo Alicata. Con la partecipazione dell’attore Gianni Anzalone. Musicisti: Michele Conti, Hilmar Pintaldi Funes
“Kantharos”è uno spettacolo di teatro-danza che esplora i vari stati della “dionisicità”. E’ un inno a Dioniso, dio dell’estasi, del vino, del teatro, specchio di passioni e desideri più o meno svelati. Rappresenta la manifestazione di pura energia vitale quale è quella di Dioniso, che racchiude in sé molteplici sfaccettature e potenzialità. Talvolta distruttivo, altre creativo, gioioso, bestiale, estremamente mutevole, non si lascia rinchiudere in alcuna definizione. Entrando dal vestibolo, coro e interpreti vanno alla scoperta del peristilio, integrando gli ambienti con il carattere di Dioniso e i suoi effetti sull’essere umano fino a trovare questa energia vitale che destabilizza il cronos sterile per ricreare un caos fertile attraverso la creatività della parola, la musica e la danza.

La Villa resta aperta al pubblico fino alle ore 18,30, uscita alle ore 19.
Ingresso con il biglietto ordinario, per i visitatori.

Programma

Villa Romana del Casale di Piazza Armerina

 ore 16,45         Visita tematica guidata alla Villa del Casale, per i rappresentanti delle Aziende, Tour Operator, Giornalisti e invitati

 ore 18,00          Coreografia ispirata al tema dionisiaco, “KÁNTHAROS a cura di: Megakles Ballet
                                
Compagnia  Petranura Danza – Coreografia  e Regia di Salvatore Romania e Laura Odierna

 Palazzo Trigona – Piazza Armerina

 ore 19,15         Introduzione: Guido Meli – Direttore del Parco Archeologico della Villa Romana del Casale

La Ruota di Dioniso”  Itinerari tematici nel territorio – presentazione di Flavio Mela, commento di Roberto Garufi

Focus             Modera:  Luigi Salvo Giornalista e Sommelier

Il Parco Archeologico: una nuova realtà per lo sviluppo sostenibile del Territorio

Partecipano:
Dario Cartabellotta       Dirigente Generale Dipartimento Interventi Infrastrutturali per l’ Agricoltura
Mario Bevacqua             Presidente dell’Uftaa – Federazione Internazionale Agenti di Viaggio
Santo Di Bella                   Segretario Generale della Camera di Commercio – Enna
Gigi Mangia                      Presidente F.I.P.E. Federazione Italiana Pubblici Esercizi – Palermo
Carmelo Nigrelli             Sindaco di Piazza Armerina
Marco Salerno                 Dirigente Generale Dipartimento Turismo
Angela Salvo                    Direttore  La Strada del Vino e dei Sapori dei Castelli Nisseni
Marcello Troìa                 Direttore GAL Rocca di Cerere – Enna

Incontro tra le aziende del settore Eno-gastronomico e Vitivinicolo, Tour Operator, Guide Turistiche e Istituzioni
Protocollo d’intesa fra il Parco Archeologico e l’Associazione della Strada del Vino e dei Sapori

ore 21,30
        Giovanni Giardina  Enologo, V. Presidente O.N.A.V. : Degustazione guidata dei vini del territorio
Degustazione di prodotti tipici ed eccellenze del territorio

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...