Skip to content

Verticale Frascati Superiore Luna Mater Fontana Candida:’07-’08 -’09 -’10 – ’11

febbraio 1, 2013

verticale  frascati superiore home giornalevinocibodi Antonio Carullo
Il Frascati può certamente vantare, tra tutti i vini italici, una delle più antiche tradizioni. Arrivato sulla tavola dei Romani all’epoca del massimo splendore di Tuscolo, fu Papa Paolo III a dargli la massima notorietà portandolo con orgoglio sulla mensa pontificia.
Nella tradizione il Frascati era vinificato raccogliendo le uve dopo la prima decade di Ottobre. Le uve pigiate erano poste a fermentare in tini di castagno con le bucce per circa un mese fin quando si verificava “l’alzata di cappello”, successivamente si procedeva alla svinatura del mosto che veniva poi filtrato e conservato in botti poste in nicchie ricavate in grotte scavate nel tufo

L’avvento della tecnologia ha radicalmente modificato quest’arcaica lavorazione, risolvendo alcuni inconvenienti di sorbevolezza che il vino presentava.
Il territorio di produzione del vino D.O.C. Frascati che comprende per intero i comuni di Frascati, Grottaferrata e Monteporzio Catone e,in piccola parte, il X° Municipio di Roma ed il Comune di Montecompatri, complessivamente investe circa 1.650 ettari di vigneto per una produzione media di 200.000 quintali di uva, pari a circa 140.000 ettolitri di vino Frascati.

L’altitudine è compresa tra 70 e 500 metri s.l.m.; l’esposizione generale è orientata verso Nord-Ovest ed Ovest. I terreni del comprensorio del Frascati sono d’origine vulcanica, di tipo basaltico e tufaceo e, da approfonditi studi, è risultato che per la maggior parte sono di medio impasto o leggermente compatti, presentando il 56,1% di sabbia, il 17,8% di limo ed il 26,1% di argilla.

La vite trova qui condizioni ambientali assai favorevoli. Un ulteriore aspetto particolarmente vantaggioso è rappresentato dalla relativa elevata temperatura ed insolazione che si riscontra nei mesi di settembre ed ottobre che consentono alle uve di maturare lentamente e completamente.

I vitigni usati sino ai primi del ‘900 erano, all’incirca, gli stessi che si usano oggi; diverse, però, sono le proporzioni. La comparsa della fillossera nei Castelli Romani, operò una notevole evoluzione nell’uso dei vitigni. Alcuni regredirono o perché antieconomici per la poca resa del mosto,  come la Malvasia Puntinata, o perché più soggetti alla peronospora, come il Bello. Prepotentemente si affermò la Malvasia di Candia, che soppiantò tutte le altre fino a raggiungere oltre il 50% delle varietà. Seguono il Trebbiano Toscano seguito la Malvasia del Lazio, il Bello ed il Bonvino Bianco.

verticale frascati superiore giornalevinocibo

Per rendere onore alla tipologia Giornalevinocibo ha voluto testare un’azienda che è un simbolo per i vini di Frascati ma anche per tutta l’enologia regionale.
Fontana Candida si trova a Monteporzio Catone, è un mix di storia, mito qualità e grandi numeri, grazie anche all’ottimo lavoro dell’enologo Mauro Merz è riuscita a mettere in luce l’anima intima di quest’antico vino laziale, sottolineandone la straordinaria longevità che riesce ad esprimere merito dell’ottimo connubio tra uve e territorio.

verticale fontana candida giornalevinocibo

Frascati Superiore Luna Mater 2007  Circondato da un’atmosfera di curiosità, si presenta dal colore dorato con fulgidi bagliori di vivacità. Profuma di mango, albicocca disidratata, zucchero a velo e crema pasticcera. Dopo qualche minuto esprime toni più rocciosi di mineralità e freschezza di talco. Bouquet di deliziosa intensità e ampiezza.
In Bocca è ricco e cremoso. Di spiccata sapidità minerale, la  punta di surmaturazione regala persistenza e struttura. Un vero piacere trovare un Frascati a 7 anni dalla vendemmia in questo stato di forma. 89/100

verticale luna mater giornalevinocibo

Frascati Superiore Luna Mater 2008 Più tenue nel colore rispetto la 2007, successione aromatica composta da frutta a polpa gialla, cedro candito, nocciole e speziature da pepe bianco e vaniglia. In bocca evidenzia una struttura calda, seducente. Richiami minerali presenti a marcare la bocca di questo vino. Gusto di buon spessore ma al contempo guidato da una persistenza non memorabile. 86/100

Frascati Superiore Luna Mater 2009 Paglierino carico vivo e lucente. Sprigiona intensità di frutta quali melone bianco e albicocca, poi salvia, mandorla verde e tanta mineralità a sottolineare il comune denominatore di questi vini.
Alla gustativa esprime struttura e dolcezza di frutto, il tutto è mitigato da una presente freschezza e da un’energica mineralità.   88/100

luna mater fontana candda giornalevinocibo

Frascati Superiore Luna Mater 2010 Anche questo millesimo si presenta nel migliore dei modi, la lucentezza è comune in tutte le annate di questa verticale. Il naso è veramente strepitoso per intensità, richiama i sentori delle annate precedenti, la frutta è più croccante, si riconoscono il mango, agrumi per inneggiare alla freschezza, poi nocciola, muschio, vaniglia e note di dolcezza/pungenza che si fondono alla mineralità territoriale. All’assaggio si apre subito con un corpo ricco, la freschezza è davvero sferzante gli dà sprint e linearità. Annata che richiama la 2007 per potenziale evolutivo. 90/100

Frascati Superiore Luna Mater 2011 Paglierino nel colore. Naso dolce e nello stesso tempo giovane, giocato su toni fruttati, banana, pera, timo e decise sensazione di salvia e fiori di campo. Trama gustativa ricca e cremosa, registro minerale molto presente anche in questo millesimo, il finale è un mix di sensazioni dolci e aggrumate. Vino dal potenziale evolutivo non indifferente sicuramente da risentire tra 2/3 anni per apprezzarlo al meglio. 85/100

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...