Skip to content

Per i social user Tuscany is good, grandi affari al Buy Wine 2016 di Firenze

febbraio 15, 2016

buy wine2  2016 giornalevinocibodalla redazione
Il vino per il piacere del corpo e il Duomo di Firenze per quello dello spirito. Se nel viaggio in Toscana tra i must-see l’esperienza migliore la riserva la Cattedrale di Santa Maria del Fiore (seguito dalla Piazza Grande di Arezzo), tra gli elementi di cui quell’esperienza si compone è il vino assieme al cibo a regalare la maggiore soddisfazione comparata alle attese. Parola dei social user che nell’ultimo anno e mezzo hanno visitato la Toscana, affidando ad oltre mezzo milione di post sul web il racconto delle emozioni suscitate dal loro viaggio.

L’estratto di Sociometrica legato al vino e svelato da Toscana Promozione prima del ‘Buy Wine’ che si è svolto dal 12-13 febbraio, l’appuntamento fiorentino clou del settore con 250 buyer provenienti da 36 Paesi , vede infatti il prodotto enologico assoluto protagonista tra gli apprezzamenti degli ospiti.
Secondo i 547mila post in lingua inglese di ‘Toscana Index’, la parola ‘vino’ è in testa alla classifica di gradimento tra i servizi preferiti dai turisti con 83 punti (su scala a 100), davanti alle spiagge (82), alla cucina, allo shopping, ai musei e agli hotel.

E se per l’analisi semantica di Sociometrica ‘Florence’ e ‘Tuscany’ restituiscono il maggior numero di citazioni, queste sono primariamente abbinate a decine di migliaia di richiami al reticolo tematico legato a viaggio-vino-paesaggi-cibo. A eccezione dei trasporti (car, tour, train, bus…), ‘Country-side’, ‘wine’ e ‘restaurant’ sono infatti le parole più abbinate a ‘Tuscany’, ben più di ‘museum’, al diciannovesimo posto.

Tutto ciò a conferma di come la parola Toscana sia un vero e proprio brand, capace di evocare non un puro riferimento geografico ma un profilo specifico di vacanza, ancorata al giro in auto, al vino, alla scoperta dei produttori, del buon cibo e a sensazioni specifiche che il territorio può riservare.

buy wine 2016 giornalevinocibo

Oltre 6mila incontri b2b realizzati nel corso di Buy Wine (12-13 febbraio) evento organizzato da Toscana Promozione con la partecipazione di 200 produttori e quasi 250 operatori del trade internazionale provenienti da 36 Paesi. In due giorni di contrattazioni, sono state avviate 4200 trattative commerciali a breve destinate a concretizzarsi in contratti di vendita.

La fotografia è stata fornita da “Workshop Uplink Agenda Matching”, il sistema 2.0 che ha permesso ai buyer e ai seller di Buy Wine di organizzare e ottimizzare gli appuntamenti nel corso della borsa oltre a monitorare in tempo reale il grado di soddisfazione relativo a ciascun incontro di business. Gradimento che anche per l’edizione 2016 ha superato il 90%.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...