Skip to content

Luigi Moio, la piacevolezza dell’olfatto del vino nei vitigni solisti ed orchestrali

giugno 5, 2018

di Luigi Salvo
Luigi Moio e i profumi del vino, una sinergia precisa che si è estrinsecata al meglio lo scorso 25 maggio a Marsala in una serata interessantissima: “Le basi scientifiche del profumo del vino ed il riconoscimento dell’identità olfattiva varietale”, organizzata dalla sezione ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) di Trapani in collaborazione con Assoenologi Sicilia.

Il professore Luigi Moio è Ordinario di Enologia all’Università degli Studi di Napoli Federico II e attuale presidente della commissione di Enologia dell’Organizzazione internazionale della Vigna e del Vino (OIV), dalla pubblicazione del suo ultimo libro “Il respiro del vino” si è dedicato alla promulgazione in degustazione pubblica di alcune sue specifiche teorie.

Preceduta da una breve dissertazione introduttiva, la degustazione ha entusiasmato per più di tre ore i 100 partecipanti ed ha riguardato la degustazione alla cieca di otto vini bianchi monovitigno, cinque “solisti” Zibibbo, Riesling, Chardonnay, Sauvignon Blanc, Gewürztraminer, e tre “orchestrali” Grillo, Catarratto e Inzolia: una similitudine con la musica che Moio ha utilizzato, con indubbia efficacia, per evidenziare come l’espressione dei profumi varietali possa essere il risultato di una brillante “esecuzione” da parte di un solista di grande personalità nei vini con forte identità olfattiva, o piuttosto la melodia di un’orchestra in perfetta sintonia, nei vini con debole carattere varietale.

La degustazione dei vini bianchi è avvenuta alla cieca partendo dall’analisi olfattiva del vino a bicchiere fermo per poi continuare dopo avere roteato i calici per scoprire le differenze dei descrittori che caratterizzano ciascun vitigno “solista” al fine di avere delle forti e nitide espressioni dei profumi varietali del vitigno in modo da poter individuare quali sono le molecole responsabili degli aromi dei diversi vini.

Onav e Assoenologi Sicilia, hanno goduto del supporto della Strada del Vino di Marsala, del fondamentale contributo tecnico di Massimo D’Aguanno Rappresentanze Enologiche, e della partecipazione delle aziende, Baglio Assuli, Cantine Petrosino, Colomba Bianca, Ferreri e Bianco, Cantine Mezzacorona, che hanno messo a disposizione i vini per la degustazione.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...