Skip to content

Premio Chef emergente Sud 2014, vince il campano Cristoforo Trapani

giugno 10, 2014

cristoforo trapanidi Luigi Salvo
Splendida location quest’anno per il Premio Chef Emergente del Sud, organizzato da Luigi Cremona e Lorenza Vitali, il Circolo Canottieri Napoli che ha accolto i 16 Chef in gara e noi giudici, in prevalenza giornalisti enogastronomici con qualche presenza di grande chef, per una tre giorni piena di intense emozioni sensoriali.

Nei primi due giorni, il 7 e 8 giugno,  si sono svolte le selezioni che hanno portato in finale quattro chef, due della Campania ed uno di Basilicata e Sicilia che si sono poi affrontati Lunedì 9 giugno.

chef emergente sud 2014 la giuria
                                  La giuria ed il pubblico del Premio Chef Emergente Sud 2014

Ha vinto ha vinto la concretezza e la bravura dello Chef Cristoforo Trapani con il Tofu in crema d’asparagi e cipolla rossa e le Capesante arrostite con salsa mango, crema di fave e frutto della passione, due piatti di straordinaria presenza scenica ma anche di grande godibilità per l’equilibrio sensoriale che sono riusciti a donare alla giuria ed ai fortunati ospiti presenti al contest.

chef emergente sud 2014 tofu in crema cristoforo trapani
Cristoforo Trapani, Tofu in crema d’asparagi e cipolla rossa

chef emergente sud 2014 capesante cristoforo trapani
Cristoforo Trapani, Capesante arrostite con salsa mango, crema di fave e frutto della passione

Cristoforo Trapani, cresciuto sotto la guida di Antonino Cannavacciuolo e Davide Scabin, è lo chef di Piazzetta Milù a Castellammare di Stabia, ha vinto probabilmente perché con i suoi piatti non si è prefissato di stupire la giuria ad ogni costo e non ha utilizzato, come altri tra i sedici chef presenti all’evento, tecnologie prevaricanti.

cristoforo trapani emergente sud 2014 giornalevinocibo
            Il momento dell’annuncio della vittoria dello Chef  campano Cristoforo Trapani

Ad anor del vero, l’altro chef campano giunto in finale, Luigi Salomone del ristorante Marennà di Sorbo Serpico, mi è piaciuto tantissimo per le sue idee chiare e per la sua cucina di cuore e di testa, tanto che il suo primo piatto è tra i migliori dei 40 assaggiati in questi intensi tre giorni, il  Kimchi di broccolo aprilatico con spaghettini freddi acqua di mozzarella e tartare di sgombro affumicato.

chef emergente sud 2014 pasta luigi salamone
Luigi Salomone, Kimchi di broccolo aprilatico con spaghettini freddi acqua di mozzarella e tartare di sgombro affumicato

chef emergente sud 2014 dolce luigi salamone
Luigi Salomone. zuppetta fredda di nocciola con pera osmotizzata allo zenzero spugna al cacao gelato di ricotta

Probabilmente avrebbe potuto vincere se, anziché proporre come secondo piatto un dolce la zuppetta fredda di nocciola con pera osmotizzata allo zenzero spugna al cacao gelato di ricotta avesse presentato un piatto simile a quelo che gli ha permesso di raggiungere la finale, il galletto in crema di mais e mais croccante.

chef emergente sud 2014 i finalisti
Luigi Cremona con i finalisti: Luigi Salomone, Josef Miceli, Gianfranco Bruno e Cristoforo Trapani

Un plauso agli altri finalisti: il siciliano Joseph Micieli del Caravanserraglio a Ragusa, che si appresta ad aprire un suo locale La Sciabica a pochi passi dalla casa della fiction Tv del celebre personaggio di Andrea Camilleri il Commissario Montalbano.

piatti joseph miceli
Joseph Miceli, a sx: caponata di melanzana con formaggio ragusano
a dx: filetto di maialino ibleo con confettura di peperoni e cannella

piatti gianfranco bruno
Giamgranco Bruno, a sx: fave e cicoriella con miso d’orzo ai cardoncelli, polvere di piselli e croccante alla lattuga di mare
a dx: soffice al dragoncello con giuncata e sorbetto alle fragole

Il lucano Gianfranco Bruno è stato affascinante nell’esporre i piatti ed ha sfoderato tecnica, preparzione ed un amore viscerale per la propria terra, anche lui a mio modo di vedere penalizzato da un dolce, godibile ma troppo semplice.

All’interno della rassegna si è svolto anche il Premio “PizzaChef Emergente Sud 2014”. vinto da Francesca Gerbasio allieva del maestro pizzaiolo di Caselle in Pittari Michele Croccia. La giuria ha premiato la Gerbasio per le sue creazioni, la pizza Margherita e e la pizza Menaica, con le alici pescate con una particolare rete a maglie strette nel mare cilentano di Pisciotta.
Alla competizione hanno partecipato oltre 16 chef e pizzaioli al di sotto dei 35 anni provenienti da Campania, Basilicata, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...