Skip to content

La magia delle pergole di Tramonti in Costa d’Amalfi e il vino Tintore Borgo di Gete di Reale

giugno 4, 2017

di Luigi Salvo
E’ un paesaggio che affascina e che a tratti toglie il fiato, siamo a Tramonti, nell’entroterra della costiera amalfitana, un comprensorio di viticoltura eroica fatto di terrazzamenti e pergolati che hanno attraversato i secoli. Arroccato tra limoneti e vigneti, Tramonti è composto da 13 piccole borgate disseminate tra i vari tornanti che si inerpicano, le viti centenarie arrivano sino a Furore e Ravello componendo le tre sottozone del Costa d’Amalfi Doc.

Si resta a bocca aperta osservando queste viti centenarie a piede franco, veri e propri alberi che hanno resistito alla fillossera grazie alla loro particolare condizione d’isolamento ed al microclima fatto di forti correnti d’aria ascensionali, un regno di biodiversità fatto di vitigni autoctoni unici.

Qui regna una coltivazione caratteristica, il falso pergolato di Tramonti, un vero e proprio giardino pensile che è evoluzione della vite maritata al Salice, i terrazzamenti a gradoni sono divisi in quadrati con i pali di castagno ed al centro vi è la vite i cui rami sono indirizzati verso i vertici del quadrato formando il pergolato.
Oltre all’uva, si svolge contemporaneamente la coltivazione di ortaggi, verdure ed alberi da frutto che originano una sana competitività colturale.

Questa area vitata di poco meno di 60 ettari esprime numerosi vitigni, tra tutti il Tintore è certamente il vitigno simbolo che è possibile ritrovare in bottiglia in purezza o in unione all’aglianico e al piedirosso, qui insisiste da tantissimi anni, ma è stato iscritto al registro nazionale delle varietà di vite solo dal 2010, è un uva che come dice il suo nome tinge, ed entra nel disciplinare della costa d’Amalfi solo con il 20%.

Sfruttato da sempre proprio per le sue caratteristiche coloranti, qui si è propagato nel corso dei secoli proprio per la sua adattabilità al clima caldo, la sua maturità estremamente tardiva con periodo vendemmiale tra fine ottobre e metà novembre.

Dopo aver assaggiato tanti campioni dai più disparati vitigni di questo comprensorio, magico è stato l’incontro con Luigi Reale, produttore che ha spinto me ed altri compagni di avventura ad assaggiare il suo Tintore. Dalla sala del Municipio di Maiori, splendido paesino della Costiera, ci conduce all’aperto nei tavolini del corso principale e ci apre due millesimi del suo vino il 2009 e il 2011.

Il Borgo di Gete è una piccola frazione di Tramonti, qui la famiglia Reale è storicamente conosciuta per la loro Osteria, ma anche per la loro piccola produzione vinicola.
Il loro Tintore si trova a 400 m.t. sul livello del mare, le viti hanno tra 150 e 200 anni, da esse l’azienda Reale produce solo 1500 bottiglie all’anno, allo scaffale il vino costa circa 35 euro.
La vendemmia avviene dai più vecchi ceppi nel corso della seconda settimana di novembre, dopo 15 giorni di fermentazione con varie follature, il vino passa in barriques vecchie e nuove per 24 mesi ed affina uleriori 24 mesi in bottiglia.
Il Tintore ha tannini astringenti e solo l’affinamento in legno ed in bottiglia li assottiglia e lo rende importante.

Ecco i due assagi:

Tintore Borgo di Gete Colli di Salerno Rosso IGT 2009
Dal colore rubino luminoso, il naso è una vera bellezza, frutto polposo di piccoli frutti rossi e neri, marasca, mora, poi inebriante speziatura, precisi sentori balsamici, liquirizia e chiodi di garofano, caffè. Sorso commisurato e profondo, di gran carica glicerica e di tannino piacevole, sfodera verve acidica sorprendente in un allungo sapido di gran frutto. Gran bel vino che dona emozioni.

Tintore Borgo di Gete Colli di Salerno Rosso IGT 2011
Colore ancora più vivido e cupo, grande impatto olfattivo, rosa rossa e viola, poi piccoli frutti neri, ribes fresco, mora, pepe bianco, articolazioni balsamiche e di cappero salato. Sorso straordinariamente fresco e ficcante, tannino pimpante ma godibile, sorso lungo e rinfrescante con frutto in primo piano.

Che gran fascino!!

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...