Vai al contenuto

Gli arancini di Montalbano? No, le arancine di Don Chisciotte!

ottobre 4, 2012

di Vincenzo Bonomo
Attraverso le pagine del racconto “Gli arancini di Montalbano” di Andrea Camilleri, quest’antica preparazione passa agli onori della bibliografia italiana. Ma si chiama arancina o arancino? Qual è il vero nome del prelibato emblema della gastronomia siciliana? L’arcano è presto svelatosi chiama arancina nella Sicilia occidentale ed arancino in quell’orientale.
L’origine degli arancini di riso risale alle dominazione saracena in Sicilia. Si tratta di un piatto della cucina araba, preparato con del riso aromatizzato con zafferano ed arricchito con verdure, aromi e pezzetti di carne, era servito al centro della tavola in un unico vassoio ed i commensali mangiavano con le mani.

La panatura fu un’invenzione geniale che qualcuno attribuì a Federico II e fu pensata per rendere trasportabile il riso. Gli arancini diventarono cibo da viaggio, grazie al loro croccante rivestimento in grado di resistere bene al trasporto. L’idea del ripieno nacque parecchio tempo dopo.

Giornalevinocibo.com in linea con la sua arte, il mangiar e bere bene, ha scovato a Partinico in provincia di Palermo un locale che elabora queste prelibatezze in una miriade di articolazioni, un’occasione così gustosa non poteva di certo sfuggirci. E’ una rosticceria a conduzione familiare, semplice, umile ed essenziale che utilizza ottime materie prime, si chiama  “Don Chisciotte” ed è aperta 24h su 24.

Il proprietario Leoluca Siino apre questa attività ad Aprile 2012, gli artefici che si alternano in cucina sono: la signora Giovanna mamma di Leoluca, Leoluca stesso, la sua ragazza Giuditta ed il collaboratore Michele Davì.

Il menù proposto è ricco calzoni, ravazzate, rollò, pizze a taglio, focacce, sfincione, panini, tutto in più varianti, ma l’orgoglio della casa sono le arancine, oltre alle classiche con ragù di carne ed al burro, sono circa 20 le diverse tipologie di ripieno. Noi ne abbiamo assaggiate numerose, tutte hanno una doratura uniforme ed una panatura davvero croccante.
Al primo morso si sprigiona il profumo intenso del riso aromatizzato con zafferano e pepe. Al secondo morso il ripieno. Ad ogni tipologia di farcitura il gusto del riso si fonde con le caratteristiche gusto olfattive dei ripieni.

Ecco le più interessanti:

Arancina all’indiana.
Un ripieno che non v’immaginate, preparato con materie prime eccellenti, pomodoro ciliegino, gamberi, panna e curry. Un misto d’aromi, zafferano, pepe e soprattutto il curry, una perfetta fusione di sfumature odorose, proporzionate ed equilibrate. Una persistenza aromatica intensa a cui si aggiunge la dolcezza salata della panna, la sapidità dei gamberi e del pomodorino ciliegino.

Arancina Don Chisciotte.
La farcitura interna è preparata con speck, mozzarella, gorgonzola e stracchino. L’intensa aromaticità, la sapidità, la speziatura dello speck s’incontra con le sensazioni di grassezza e aromaticità del gorgonzola ed  il sapore leggermente dolce con finale sapido della mozzarella e dello stracchino.

Arancina con spinaci e salsiccia.
Il ripieno è molto semplice, preparato con salsiccia di maiale aromatizzata con i semi del finocchietto selvatico e gli spinaci. Una gustosissima sensazione gusto olfattiva d’aromaticità, sapidità e succulenza che si sposa egregiamente con la percezione dolce degli spinaci.

Arancina alla boscaiola.
L’interno di questa arancina è preparato con un tris di funghi: porcini, chiodini e funghi di muschio.Trifolati con olio extravergine d’oliva, aglio e prezzemolo. Le principali sensazioni gusto olfattive che abbiamo percepito sono la succosità, la percezione dolce, l’inebriante aromaticità.

Arancina alla carbonara.
Con quest’altra arancina c’è una reinterpretazione siciliana della tradizione laziale. La carbonara, semplice ed al tempo stesso molto gustosa è preparata con pancetta, uova, pecorino, olio extravergine d’oliva, sale e pepe, sprigiona intense sensazioni.

Arancina con pesto genovese e stracchino.
Rivisitazione siciliana dell’arancina con all’interno la tradizionale preparazione ligure. Il ripieno verde intenso ha un profumo delicato, ma persistente, con una lievissima punta di piccante che richiama gli ingredienti principali del pesto: il formaggio stagionato, l’aglio, l’olio extravergine d’oliva e il basilico. Il tutto è mitigato dalla tendenza dolciastra e dal sapore delicato dello stracchino.

Arancina al salmone.
La farcitura è preparata con salmone affumicato che sprigiona la sua intensità aromatica data dall’affumicatura seguita dalla sapidità e dalla persistenza gusto olfattiva. Il tutto è amalgamato dalla dolcezza salata della panna.

Arancina al nero di seppia.
Molto interessante l’assaggio di questa arancina dal sapore forte e dal profumo di mare. Il ripieno è preparato oltre che con il nero, con i pezzi di seppia . Richiama gustose sensazioni gusto olfattive marinare.

Arancina con pesce spada e melanzane.
Il ripieno è il tipico ragù di pesce spada e melanzane siciliano. Un ripieno che scatena le nostre sensazioni gusto olfattive. Sapidità, tendenza dolce, succulenza, speziatura, aromaticità e persistenza gusto olfattiva sono le sensazioni che si rincorrono in bocca.

La nostra impressione a fine assaggi? Un vero piacere per il palato, un’ interpretrazione a tutto tondo di un cibo della tradizione.

Rosticceria Don Chisciotte
Via Principe Umberto, 292
90047 – Partinico (PA)

Annunci
4 commenti leave one →
  1. giusy permalink
    ottobre 6, 2012 3:01 pm

    abbiamo provato, chi ha scritto l’articolo oltre ad essere una buana forchetta se ne intende. Le nostre tradizioni antiche anche se un pò globalizzate restano comunque eccezionali.

  2. anna durso permalink
    ottobre 7, 2012 7:02 am

    Ho l’acquolina in bocca.

  3. Ernesto Cappone permalink
    gennaio 6, 2013 1:26 pm

    Io gli arancini me li faccio spesso.Adesso mi avete dato il modo per assaggiare altre specialita’.

  4. maggio 15, 2013 11:59 pm

    Behh io ho appena lasciato un commento sul mio Blog con link a questo post… anche per ringranziare pubblicamente i visitatori del blog… grazie ragazzi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...